Crea sito

Il giornalino dell'Agnesi - questa volta online

Due Scie Rosse

Due Scie Rosse

Storia inviataci da Matteo Comi, di 5 BS

Tutto tace. L’aria è ferma ed immobili le ombre nella notte. Non un rumore nel bosco. Non una luce. La Luna stessa è spenta da una fitta coperta di nubi pesanti. Nebbia fine sale dal terreno. Non un suono, non un respiro. Il sentiero è stretto. Un mantello di foglie secche lo ricopre, ma non emettono alcuno scricchiolio sotto il mio peso. Gli alberi, mani con dita scarne, lunghe ed affusolate si stagliano dilaniando il cielo sopra la mia testa. Un fruscio. Uno spostamento d’aria. Un lamento arriva da lontano. Aumenta. Si avvicina, rumore, luce, un motore romba assordante, mi giro, un’enorme Jeep è lanciata verso me, i fari accecanti, e mi è addosso. Il rombo del motore si allontana, lasciando dietro di sé due scie rosse. Ma non mi sono fatto niente. Guardo l’auto ormai evanescente e riprendo a fluttuare sul sentiero. Torna il silenzio. Tutto tace.