Crea sito

Il giornalino dell'Agnesi - questa volta online

LOGOS

LOGOS

Il giornalino dell'Agnesi - questa volta online

Recent Posts

Serena

Serena

Storia di Sofia Dossena Ho sempre faticato a comprendere l’animo umano, lo trovavo imprevedibile e incoerente, succube di qualcosa di indomabile. Proprio perché io ne possedevo uno, ero perfettamente cosciente dei numerosi passaggi illogici che avvenivano nella mia mente. Trovavo disarmante non comprendere come potessero […]

L’assemblea d’istituto: quale ruolo e quale futuro?

L’assemblea d’istituto: quale ruolo e quale futuro?

Articolo firmato da “Bello Leopardiano” 31 maggio 1974: nasce la scuola come la conosciamo oggi.  In questa data la legge dello stato delinea – tra le altre cose –  le modalità di partecipazione delle diverse componenti della scuola alla vita dell’istituto. Avete presenti i consigli […]

Due Scie Rosse

Due Scie Rosse

Storia inviataci da Matteo Comi, di 5 BS

Tutto tace. L’aria è ferma ed immobili le ombre nella notte. Non un rumore nel bosco. Non una luce. La Luna stessa è spenta da una fitta coperta di nubi pesanti. Nebbia fine sale dal terreno. Non un suono, non un respiro. Il sentiero è stretto. Un mantello di foglie secche lo ricopre, ma non emettono alcuno scricchiolio sotto il mio peso. Gli alberi, mani con dita scarne, lunghe ed affusolate si stagliano dilaniando il cielo sopra la mia testa. Un fruscio. Uno spostamento d’aria. Un lamento arriva da lontano. Aumenta. Si avvicina, rumore, luce, un motore romba assordante, mi giro, un’enorme Jeep è lanciata verso me, i fari accecanti, e mi è addosso. Il rombo del motore si allontana, lasciando dietro di sé due scie rosse. Ma non mi sono fatto niente. Guardo l’auto ormai evanescente e riprendo a fluttuare sul sentiero. Torna il silenzio. Tutto tace.

La copertina di Novembre

La copertina di Novembre

Disegno di Matteo Torsiglieri

Wiseneuro, il futuro della medicina è già arrivato.

Wiseneuro, il futuro della medicina è già arrivato.

Intervista al dott. Mario Zanone Poma di Wiseneuro diMatteo Torsiglieri e Mattia Vivorio Wise è un’azienda attiva nel settore della neuromodulazione con lo scopo di creare sistemi che possano semplificare il lavoro del neurochirurgo: il sistema si basa su un impulso elettrico a voltaggio minimo […]

La questione Curda

La questione Curda

Articolo di Matteo Torsiglieri

In Turchia, da ormai 5 anni, vige un regime dittatoriale comandato da Erdogan, che pur avendo vinto le elezioni governa in modo autoritario.
Il presidente turco ha dichiarato quasi subito guerra ai curdi, suoi nemici storici, che negli ultimi anni sono stati fondamentali nella guerra contro l’ISIS.


Dopo aver cacciato questa popolazione dalla regione, Erdogan ha recentemente dato appoggio ad associazioni terroristiche che hanno commesso atti di pirateria su navi petroliere degli Stati Uniti affermando che esse si trovavano su territorio turco e che quindi avevano il diritto di sequestrare le imbarcazioni. In realtà le navi erano in acque internazionali.

Da quando Erdogan è salito al potere sta cercando di realizzare delle dighe sui fiumi mesopotamici Tigri ed Eufrate. La Siria e l’Iraq sono però contrari a questo progetto, in quanto, se venisse dato il via libera, si ritroverebbero a dipendere quasi completamente dalla Turchia per l’approvvigionamento idrico.


Dopo essere stata per anni una preziosa alleata per gli Stati Uniti, la Turchia oggi sembra essersi allontanata sia dall’America di Trump che dall’Unione Europea alla quale, solo qualche anno fa, aveva chiesto di entrarne a far parte. Nonostante l’UE faccia pressioni su Erdogan quest’ultimo ha minacciato di far entrare in Europa una gran quantità di migranti provenienti dal medio oriente.


Ma la situazione interna sta lentamente volgendo a sfavore di Erdogan come dimostra la recente perdita di voti a favore del presidente in alcune città, tra cui la capitale Ankara e le città di Istanbul (da dove Erdogan stesso proviene) e Smirne.

Caduta Libera: la storia di Ilaria

Caduta Libera: la storia di Ilaria

Intervista di Chiara Cencig Milioni di persone in tutta Italia seguono la sera all’ora di cena Caduta Libera, il gameshow di Canale 5 condotto da Gerry Scotti. Perché non approfittare e dunque chiedere a una concorrente della sua esperienza? Ilaria, 20 anni, studentessa di medicina […]

Creando foreste, un dollaro alla volta: #teamtrees

Creando foreste, un dollaro alla volta: #teamtrees

#teamtrees Articolo di Santacroce Isabella e Scrignoli Sara Ancora poco noto in Italia, ma molto diffuso all’estero, Team Trees è un progetto di raccolta fondi nato il 25 ottobre 2019.  L’idea è partita da Jimmy Donaldson, meglio conosciuto in rete come MrBeast, e Mark Robered, […]

E tu, che fai ad Halloween?

E tu, che fai ad Halloween?

Di Isabella Santacroce

Come tutti sanno il 31 ottobre si festeggia la festa di halloween e ognuno si organizza con i propri amici per decidere cosa fare.

Noi abbiamo deciso di intervistare un po’ di persone per sapere cosa avrebbero fatto quella sera; Innanzitutto abbiamo chiesto la classe e poi abbiamo proceduto con l’intervista.

La prima persona è Matilde di 1Ds che ci dice che andrà con una sua amica a vedere un film horror per poi finire la serata con un pigiama party.

Ci sono diversi modi per divertirsi ma diverse persone preferiscono passare la serata in casa, infatti numerose ragazzi scelgono di restare a casa magari ad una festa con degli amici.

Oltre al divertimento c’è anche il travestimento e Matteo di 1 vuole farsi il trucco dell’orecchio sanguinante e andare alle torri a vedere anche lui un horror e mangiare al McDonald’s.

Per quanto riguarda il trucco ci sono diversi modi per crearlo: si possono utilizzare carta igienica e colla vinilica, colla stick , plastilina, graffette… tutti questi seguiti da colori per poi passare ad un bel po’ di sangue finto.

Come strutture in cui andare molti bar o locali organizzano serate a tema è tra queste quella di halloween; e oltre alla serata a tema si aggiungono gli escape room e le cene con delitto.

La Copertina di Ottobre

La Copertina di Ottobre

Artwork di Chiara Cencig